Eur, telecamere per “spiare” le prostitute

0
434

Il consiglio di amministrazione di Eur spa, riunitosi ieri sotto la presidenza di Pierluigi Borghini, preso atto del progetto presentato dalla societa” controllata Eur Tel srl – relativamente al sistema di videosorveglianza Tsp (Territorial security project), alla luce delll”informativa dell”ad Gianluca Lo Presti – ha deliberato un ampliamento del sistema, per la copertura di tutte le aree sensibili, interessate da atti di microcriminalita” e prostituzione, con l”obiettivo anche di tutelare il patrimonio di Eur spa.

LA STRATEGIA DI EUR SPA – Tale sistema (gia” presente all”Eur dal 2005) sara” sviluppato nelle aree dove sono ubicati gli edifici di proprieta” della societa” ed in zone limitrofe. L”implementazione di questo servizio di videosorveglianza, a cura dalla societa” Eur Tel srl, sara” realizzato con telecamere ad alta definizione, di ultima generazione, collegate in fibra ottica con il proprio data center.

UN SISTEMA PER PREVENIRE LA CRIMINALITÀ – Nel server che ricevera” le informazioni sara” installato un software ”nervale” in grado di riconoscere azioni di violenza, presenza di autoveicoli sospetti, comportamenti potenzialmente pericolosi, collegato unicamente con la locale caserma dell”Arma dei Carabinieri, che potra” cosi” intervenire tempestivamente per prevenire o reprimere atti criminosi, nel pieno rispetto della normativa sulla privacy. Le modalita” di attuazione del progetto prevedono tre fasi: nella prima verranno attualizzate e modernizzate le colonnine Sos e le 16 telecamere gia” esistenti, che saranno sostituite con 29 telecamere di nuova generazione; la seconda e terza fase riguardera” l”installazione di 162 telecamere nelle sopraddette aree dell”Eur, al momento non coperte dal sistema di videosorveglianza.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULL’EUR DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”58″]