Emergenza rifiuti in provincia: i mezzi sono fermi

Ecco le giustificazioni di Lazio Ambiente

0
204

Da qualche giorno  Lazio Ambiente Spa, la società che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti urbani  in provincia,  non sta provvedendo ad effettuare il servizio, creando gravi disagi alla cittadinanza e precarie condizioni igienico sanitarie. Sembra di rivedere i tempi di Gaia in questi giorni e a Valmontone è già scoppiata la protesta.

LA PROTESTA – «Abbiamo preso l’iniziativa, dietro i silenzi della società, per comprendere le cause del disservizio e sollecitare il riavvio dello stesso – spiega l’assessore all’ambiente Veronica Bernabei – solo oggi siamo riusciti ad avere come risposta la motivazione che “l’azienda ha tutti i propri mezzi fermi per manutenzione, e quindi inutilizzabili”, nessuna notizia è stata fornita riguardo i tempi di ripresa del servizio e/o altre iniziative per fronteggiare l’emergenza. E’ per questo che, stamattina, l’ufficio igiene, ambiente e patrimonio del Comune di Valmontone ha presentato una diffida formale contro Lazio Ambiente Spa.

Quel che sta accadendo è assurdo – aggiunge il sindaco, Alberto Latini –  abbiamo intimato all’azienda di provvedere senza indugio a riprendere la raccolta e la pulizia su tutto il territorio, per tutelare l’igiene e la salute pubblica, in difetto, senza dover ricorrere ad  ulteriori avvisi, provvederemo a chiedere i danni alla società e a segnalare l’interruzione del servizio  alle autorità competenti.

Non è possibile il permanere dell’interruzione del  servizio, senza avviare iniziative per eliminare disagi e tutelare la salute dei  cittadini».

È SUCCESSO OGGI...