Monti, distrutto il murales di Totti. Nuove scritte antisemite

L'atto di vandalismo a poche settimane dall’ultimo restauro

0
615
murales di Totti distrutto a Monti

Occorrerebbe regalare dei contraccettivi alla proverbiale mamma degli imbecilli. A poche settimane dall’ultimo restauro, il murales di Totti è stato nuovamente distrutto. L’opera, che si trova a vicolo del Pozzuolo, nel rione Monti di Roma, è stata nuovamente imbrattata da bombolette di vernice nera e circondata per l’ennesima volta da scritte antisemite.

GLI ATTI DI VANDALISMO CONTRO IL MURALES DI TOTTI

Il graffito era realizzato nel 2001, anno del terzo scudetto della Roma. Raffigurava Francesco Totti con la fascia da capitano su uno sfondo giallorosso mentre indicava il cielo. Era già stato deturpato una prima volta nel 2012. Ridisegnato dagli autori, degli artisti romani, era stato nuovamente rovinato lo scorso febbraio. Poi il nuovo restauro. E ora, l’ennesima azione vandalica.

LA QUERELA DI NATHALIE NAIM

«Il quartiere è molto affezionato a questo murales» ha raccontato al Messaggero Nathalie Naim, consigliera del I Municipio». «Ho personalmente sporto querela contro ignoti dai carabinieri – ha spiegato -, non solo per il graffito ma per le continue e ripetute scritte antisemite, unite all’imbrattamento sistematico dei palazzi storici». «Saremmo ben lieti che venissero installate dal comune telecamere fisse – ha concluso la consigliera – Ce ne sarebbe davvero bisogno. Nel rione non vi è alcun controllo, è abbandonato a se stesso. Persino quelle annunciate, che dovevano essere installate nella piazzetta dove ci sono spesso risse e danneggiamenti ai monumenti presenti, non sono state ancora posizionate».

È SUCCESSO OGGI...