Atac, l’Adoc: «Triplicati tempi di attesa e sempre più auto»

L'associazione Adoc denuncia l'invisibilità della capitale. Disagi quotidiani per chi usa i mezzi pubblici e per tutti i pendolari

0
231
Via Amba Aradam, lunga fila alla fermata Atac

È caos mobilità a Roma, le corse di bus e tram hanno diradato la frequenza, triplicando i tempi di attesa e costringendo i cittadini a usare la macchina causando il congestionamento della viabilità. Per Adoc il problema del trasporto pubblico è il primo da affrontare e risolvere. «Un efficiente trasporto pubblico incide sulla qualità della vita dei cittadini, ma nella Capitale la situazione è drammatica – dichiara Lamberto Santini, presidente dell’Adoc– le linee di autobus e tramviarie, quest’ultime immuni dal condizionamento del traffico, hanno diradato la frequenza fino a triplicare i tempi di attesa, con il risultato che utilizzarle è diventato proibitivo, per cui i cittadini sono costretti a utilizzare il proprio mezzo privato. La conseguenza è un aumento del traffico e dell’inquinamento, i cittadini sono in ostaggio dei disservizi causati dalle aziende pubbliche.

Nonostante l’aumento del costo di biglietti e abbonamenti dello scorso anno, nulla è cambiato dal punto di vista qualitativo, anzi il servizio è peggiorato». Secondo Santini «la Capitale continua ad essere una città invivibile per i suoi cittadini, stanchi del degrado urbano, del caos mobilità» della scarsa sicurezza stradale. È necessario un deciso e immediato cambio di rotta, puntando su una maggiore e più sostenibile mobilità del trasporto pubblico, più sicurezza per le strade, un Centro storico a misura d’uomo pedonalizzato e finalmente libero dalle auto e le vie consolari percorribili in tempi umani.

Oggi per entrare e per uscire da Roma attraversando le principali vie come la Salaria o la Laurentina ci vuole almeno un’ora, nel migliore dei casi. È evidentemente una situazione non più sostenibile, che comporta perdita di tempo, di ore lavorative e di salute. È fondamentale pertanto un nuovo e migliore piano di viabilità sia su strada che su ferro, con l’ampliamento della rete metropolitana e ferroviaria in interconnessione con la rete nazionale e contestuale miglioramento in termini di efficienza e qualità delle attuali infrastrutture. Va inoltre potenziata la rete ciclabile, in particolare nelle zone più periferiche».
(DIRE)

È SUCCESSO OGGI...

Ladispoli dice no alla trasformazione di Cupinoro in un centro di trattamento dei rifiuti...

“Il nostro territorio non deve diventare la pattumiera di Roma, contrasteremo in tutte le sedi l'ennesimo tentativo di aggressione al litorale che arriva da Cupinoro”. Con queste parole il sindaco Alessandro Grando ha annunciato che...

Terracina, Eurofighter precipita in mare: morto il pilota, paura tra gli spettatori

Drammatico incidente ieri a Terracina: un velivolo Eurofighter del Reparto Sperimentale di Volo dell’Aeronautica Militare è precipitato in mare nella fase finale del suo programma di volo. L'aereo stava effettuando una sorta di cerchio, quando invece di rialzarsi...

La nuova truffa: caffè corretto con benzodiazepine per rapinare

E’ partita dalla denuncia di un anziano, l’indagine, svolta dagli investigatori della Polizia di Stato del compartimento Polfer per il Lazio e del commissariato Università, e che ha portato all’arresto di un uomo di...