Roma Lido, ritardi e inquinamento. Si allungano i lavori

1
68

Un’altra giornata di passione sulla Roma Lido. Oggi i treni per via dello sciopero sono passati ogni 20 25 minuti. Alle 8 e 30 c’erano 500 persone in attesa sui binari. Poi la protesta contro macchinisti e addetti ai servizi. Un vero delirio. E il comitato
Acilia sud torna chiedere il mantenimento delle promesse a cominciare dalla realizzazione dells Stazione Acilia sud.

«Il consiglio comunale – si legge in una nota – non e’ neppure capace di raggiungere il numero legale nel Consiglio straordinario dedicato alla gravissima crisi dell’atac. Vergonatevi».

L’iter per realizzare questa Stazione è iniziato nel 1997. I finanziamenti sono del 2003. Il progetto al 2006/2007. L’ATAC, dopo una conferenza di servizi durata 2 anni, ha impiegato qualcosa come 22 mesi solo per pubblicare il bando di gara (avvenuto nell’ottobre del 2011). Infine l’ATAC ha aggiudicato la gara nel maggio 2013 comunicando che il cantiere sarebbe stato aperto ad ottobre 2013 (Valore appalto 9 milioni). Il cantiere però ancora ancora non si vede.

Intanto sulla Roma Lido si affaccia l’incubo dell’inquinamento. In una nota del presidente della commissione Urbanistica, Marco Siano si apprende di verifiche di materiali inquinanti sia nella stazione di Tor di Valle che in quella del cantiere di Acilia sud.
«E’ quanto ci ha comunicato l’ingegnere Atac in una riunione della scorsa settimana – dice Siano. Non sappiamo di casa si tratta, di certo questo rallenterà un po’ l’iter. La prossima settimana, sull’area interessata dal cantiere, partiranno i saggi. Questa operazione è propedeutica ai sondaggi archeologici. Dopodichè, si procederà con gli interventi previsti, come da programma. La commissione Urbanistica del X Municipio vigilerà sugli impegni presi da ATAC e sullo stato di avanzamento dei lavori».

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU ACILIA DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”18″]

 

 

1 COMMENTO

Comments are closed.