Tivoli, bollette pazze sui rifiuti. Proteste e malumori

Entro il 16 dicembre bisogna saldare. Rischio sanzioni. Barberini: «Stanchi di subire soprusi»

0
244

Lunghe file davanti agli uffici dell’Asa per pagare la Tares e chiedere spiegazioni. E’ caos a Tivoli per le nuove bollette sui rifiuti. Entro il 16 dicembre bisogna saldare la tassa. Nei giorni scorsi la società che gestisce il servizio sul territorio comunale ha affisso dei manifesti facendo intendere anche possibili sanzini ai trasgressori. Anche a quelli che non hanno ricevuto il bollettino.

Ad oggi, gran parte delle utenze domestiche, che tra l’altro non possono dimostrare il giorno di ricevimento per la mancanza dei timbri postali, non hanno ricevuto la bolletta e non sanno a quanto ammonta l’importo da pagare. Tra l’altro notevolmente aumentato, a causa dei recenti provvedimenti del governo relativi a quei servizi indivisibili: pulizia strade, manutenzione aree verdi, illuminazione stradale.

«La città di Tivoli è sporca ed i tiburtini sono stanchi di sopportare una situazione indecorosa che ci fa vergognare davanti agli occhi dei turisti – commenta Urbano Barberini del movimento civico W Tivoli. Il manifesto affisso sui muri della città è poco chiaro. Invitiamo l’Asa ed il Commissario prefettizio a chiarire immediatamente la situazione informando correttamente la cittadinanza e facendo cessare lo stato di allarme che si sta diffondendo a macchia d’olio».

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU TIVOLI DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”34″]

È SUCCESSO OGGI...

Travolto dalla metro: tragedia a Roma

Un uomo è deceduto perchè finito sotto un treno nei pressi della stazione Metro Barberini. Dalle 11.20, sul posto, tre squadre di vigili del fuoco con ausilio del carro sollevamenti. Al momento interrotta nei...

Campidoglio, al via piano anti-terrorismo

Rafforzamento dell’area pedonale di via del Corso, nel tratto che va da Piazza del Popolo a Largo Goldoni, con il posizionamento di fioriere e divieto d’accesso al Colle capitolino per ncc e taxi. Queste le principali misure...

Via di Portonaccio e la pioggia di multe sulla corsia preferenziale

La protesta sembra non avere fine e il numero delle sanzioni «continua ad aumentare. I cittadini confermano di sentirsi «truffati dal Comune di Roma, perché non si può cambiare un senso di marcia così...

Eur spa dopo anni verso il risanamento, ma incombe la causa milionaria con Condotte...

Alcuni giorni fa La Repubblica pubblicava la notizia che Eur spa, società detenuta per il 90% dal ministero dell'Economia e per il restante 10% dal Campidoglio, era entrata nel mirino della Corte dei Conti...

Alta tensione in piazza Indipendenza, rifugiati: «Non siamo terroristi»

Donne, bambini, giovani e meno giovani, tutti accampati sull'aiuola di piazza Indipendenza con la Polizia che li circonda in attesa di un nuovo sgombero dai giardini.   Con slogan urlati in faccia alle forze dell'ordine come...