A24, aumenti record per i pedaggi. La rivolta dei pendolari

1
63

Anno nuovo, pedaggi più cari. Ci risiamo. La A24 e la A25 fanno registrare un incremento dell’8,28%. Un innalzamento notevole rispetto alla media nazionale che si è fermata al 3,9% e che va ad aggravare la già difficile situazione che vivono quotidianamente i tanti pendolari che si spostano lungo l’asse che collega Roma con L’Aquila e Pescara.

Contemporaneamente all’annuncio degli aumenti, Strada dei Parchi sottolinea le positività che riguardano i due percorsi autostradali: l’aumento degli investimenti nel 2013 del 10% per un totale di 116 milioni di euro (nel 2012 erano stati stanziati 105 milioni), e la spesa di 23,5 milioni per interventi di manutenzione.
Inoltre il 2013 ha fatto registrare un calo del tasso di incidenti con feriti pari all’11%, e un calo del 10% per incidenti mortali.

«A partire da oggi – si legge in un comunicato – le tariffe di Strada dei Parchi S.p.A. subiscono un aumento del 8,28 %. Si tratta di un aumento regolato dal contratto di Convenzione stipulato con ANAS ed è disposto dal Decreto Interministeriale n. 486 del 31 dicembre 2013, quale adeguamento agli investimenti realizzati, al tasso d’inflazione programmato ed al parametro della qualità.

I proventi dei pedaggi, come prescritto dalla Delibera CIPE n. 38/2007, sono destinati al recupero degli investimenti già effettuati o da effettuare, a sostenere le spese di ammodernamento, innovazione, gestione e manutenzione della rete che, nel primo quinquennio di gestione 2009-2013 ammontano a complessivi 520 milioni di euro. L’aumento tariffario che il MIT ha previsto per Strada dei Parchi è più alto della media delle altre concessionarie, e nonostante ciò il suo costo chilometrico resta nella media italiana e tra i più bassi delle autostrade di montagna. Infatti, confrontando le tariffe di tutte le concessionarie italiane con quelle di A24-A25 si evidenzia come queste ultime siano al 15° posto tra tutte le autostrade, e all’11° posto tra quelle di montagna. La scelta di fissare per il 2014 un tariffario diverso per A24 e A25 l’ha illustrata lo stesso ministero in un comunicato, dove sottolinea come l’adozione di aumenti superiori alla media sono stati comunque riconosciuti a quei concessionari impegnati nella realizzazione di opere di rilevante interesse per lo sviluppo del Paese».

La Società Strada dei Parchi, infatti, nonostante le difficoltà del quadro macroeconomico del Paese, nel 2013 ha aumentato del 10 % i propri investimenti sulla A24-A25, portandoli da 105 a 116 milioni di Euro, dopo che nel 2012 erano stati quasi raddoppiati rispetto al 2011 passando da 60 a 105 milioni di Euro. Inoltre nel corso dell’anno sono state realizzate attività di manutenzione ordinaria ricorrente per circa 23,5 milioni di Euro. Una fetta consistente di investimenti è servita a finanziare la costruzione delle Complanari. Trenta chilometri di nuove autostrade oggi in fase di ultimazione. Un cantiere che per il solo 2013 ha richiesto un investimento pari a 90 milioni di Euro, per realizzare due nuove carreggiate esterne all’autostrada A24, tra lo svincolo di Via P. Togliatti e la Barriera di Roma Est, oltre alla riqualificazione dell’infrastruttura di arredo della carreggiata autostradale in approccio a Roma; il cantiere delle complanari risulta in avanzata fase di realizzazione ed i relativi lavori verranno ultimati entro il 1° trimestre del prossimo anno, in anticipo rispetto al termine contrattuale previsto per maggio 2014.

 

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU TIVOLI DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”34″]

 

 

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU GUIDONIA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”4″]

1 COMMENTO

Comments are closed.