Roma fa il pieno di turisti: ma gli alberghi alzano i prezzi

0
109

“L’osservatorio di Trivago, basandosi sulla disponibilità delle strutture online nella Capitale, a un mese esatto dall’evento registra quasi il tutto esaurito per il fine settimana della canonizzazione dei due Papi, quando si toccheranno prezzi rincarati anche del 63%. Anche il ponte dell”1 maggio porterà un buon flusso di visitatori. Sono infatti disponibili al momento meno di 3 hotel su 10 con una media di 177 euro a camera a notte”. Questo è quanto si legge in un comunicato di Trivago.

LUNGO PONTE DI FESTA – “Molte sono le ricerche online registrate per Roma in questi giorni, soprattutto da parte di tedeschi, spagnoli, inglesi e francesi, con trend in crescita per i turisti provenienti da Polonia, Ungheria, Olanda, Grecia, Danimarca e Svezia – spiega ancora in una nota la compagnia di viaggi – e la fine di aprile sarà un momento topico per la città di Roma, con due settimane di eventi importanti come il week-end di Pasqua, le celebrazioni per il compleanno della Capitale e del 25 aprile, la canonizzazione di Papa Giovanni Paolo II e di Papa Giovanni XXIII, e per chiudere il lungo ponte dell’1 maggio”.

L’AUMENTO DEI PREZZI ALBERGHIERI – Trivago, attraverso il proprio osservatorio, ha per questo analizzato lo status dei prezzi e la disponibilità alberghiera a Roma per il periodo dal 18 aprile al 4 maggio, registrando aumenti economici significativi e disponibilità alberghiera agli sgoccioli. Infatti il 26 aprile, la notte prima della canonizzazione, una camera a Roma costa in media 283 euro contro i 173 registrati lo stesso giorno dell’anno scorso, ben il 63% in più. Anche il fine settimana dell”1 maggio “sta registrando un buon tasso di occupazione alberghiera – comunica ancora Trivago – con disponibilità di hotel online al momento sotto il 30% e una media di 177 euro a camera a notte.

ROMA INVASA DAI TURISTI – Tra le ricerche per Roma nel periodo degli eventi,è stato registrato un particolare interesse da parte di tedeschi, spagnoli, inglesi e francesi con trend in crescita per i turisti provenienti da Polonia, Ungheria, Olanda, Grecia, Danimarca e Svezia. Tra i connazionali invece si sposteranno di più i turisti in arrivo da Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Sicilia e Piemonte”.