Montesacro, incendio sui binari: nube di fumo nero e treni bloccati

0
99

Attimi di paura mercoledì mattina tra viale Libia, via Nomentana e Piazza Conca D’oro per una nube nera che si è levata tra i palazzi e la stazione Nomentana. Un fumo denso e acre, causato probabilmente dall’incendio di alcuni materiali plastici o copertoni di auto, ha invaso i binari della stazione ferroviaria dove passa il treno locale Orte-Tiburtina-Fiumicino e ha costretto un treno a restare fermo in stazione.

INCENDIO INTORNO ALLE 11.30 – Intorno alle 11.30 e per oltre 30 minuti il tempo si è fermato e il fumo nero, trascinato dal vento ha cominciato a invadere le vie attorno a piazza Gondar, viale Libia, viale Etiopia fino a viale Somalia. Anche la zona Nomentana di “Sacco Pastore” è stata invasa dal fumo nero. Richiamati dall’odore acre sono intervenuti subito i vigili urbani del III gruppo che hanno chiamato i colleghi presenti in piazza gondar. Attraverso un coordinamento via radio gli agenti della municipale hanno verificato le criticità e si sono recati sui binari per spegnere le fiamme.

ANCORA IGNOTE LE CAUSE DEL ROGO – Non si sa ancora quali siano le cause dell’incendio che è stato prontamente spento dagli agenti con l’estintore di ordinanza presente a bordo delle pattuglie. Non è stato necessario l’intervento dei vigili del Fuoco. Di certo l’area, confinante con la riserva naturale della Valle dell’Aniene e con il parco delle Valli è ancora abitata da rom e senza fissa dimora che raccolgono rifiuti e materiali incendiabili. Al momento sono ancora in corso indagini e accertamenti, anche se in piena città sembra impossibile che episodi del genere avvengano senza che sia possibile identificare un responsabile.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]