Colleferro, nuove scosse. Arrivano i rilievi

0
43

«Le scosse ci sono state e sono in effetti anormali». All’indomani della denuncia dei cittadini residenti nell’area del centro di Collefrerro arrivano anche i primi riscontri scientifici. «Disto circa 10 Km in linea d’aria con Colleferro – scrive Roberto DE FEO dell’Osservatorio Meteorologico e Sismologico di Cave dal 1993. In effetti i “movimenti” erano un po’ anomali, prolungati nel tempo e non sapevo da dove venissero. In genere il sisma è ben diverso. E’ a forma d’imbuto, piatto d’avanti. Quelli segnalati nell’articolo, quel sisma nel Mediterraneo, sono troppo distanti per sentirli.
E’ importante sapere se ce ne sono altri (se avete segnalazioni) e sapere l’orario, per poi confrontare col sismogramma. Il sismografo  che ho è a 3 assi, con 3 sensori della ditta SARA».

UN FENOMENO NON NUOVO Sono dieci anni che si parla di strani movimenti delle case nel centro di Colleferro. Non siamo in via Traiana, dove passavano i camion, ma nella zona a ridosso di Piazza Matteotti, Piazza Mazzini, Corso Garibaldi, Via dell’Industria, Via Verdi, Via del Commercio, via Artigianato. Pieno centro. Sono leggere, durano pochi secondi, talvolta si avvertono ogni due minuti, talvolta randomiche o capaci di non farsi sentire anche per mesi, come è successo l’estate scorsa. Due famiglie le hanno avvertir nel weekend. Più volte il problema è stato discusso. Forse la natura del fenomeno è dovuto alla particolare conformazione orografica del territorio che presenta diversi spazi vuoti sotto case e strade. Per avere un dato certo, i cittadini dovrebbero installare un vibrometro, strumento che permetterebbe, registrandole, di risalire alle cause delle vibrazioni misteriose.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU COLLEFERRO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL