Atac, così spariscono i bus notturni nel comune di Roma

Al via una ulteriore fase di razionalizzazione della rete di trasporto di superficie con l'incorporazione delle linee notturne

0
877

Sembra incredibile ma la razionalizzazione e la riduzione della rete di autobus in corso da mesi da parte di Atac manca di un pezzo. E di non poco conto. A subire i tagli saranno ancora una volta i più deboli, e stavolta nella fascia oraria più difficile: quella notturna. In un piano ancora in corso di elaborazione l’azienda capitolina dei trasporti sta preparando il passaggio delle linee notturne, 25 in tutto, dalla concessionaria Tpl alla gestione “in house”.

RIMODULAZIONE SERVIZIO ATAC – Questo dovrebbe in sostanza significare un sostanziale accorpamento delle linee notturne con quelle esistente. Il servizio verrebbe quindi rimodulato facendo scomparire le attuali linee e portando a una durata di 24 ore al giorno alcune linee che ricoprono gli stessi percorsi. Il tutto in linea con il progetto della riduzione del 50 per cento dei chilometri percorsi nell’arco dell’anno. I danni maggiori li subirà l’azienda Tpl Scarl ma i veri disagi sembra arriveranno su tutti quei passeggeri e turisti ancora una volta non tenuti nella giusta considerazione in una grande capitale europea.

DECISIONE A BREVE – La decisione dovrebbe arrivare a breve, ma con queste premesse già si immagina un periodo caldo in arrivo. Intanto proprio oggi in Campidoglio si è tenuto il vertice tra il sindaco di Roma, Ignazio Marino, e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, sul tema dei trasporti nella Capitale, in particolare sui progetti da poter finanziare con fondi strutturali europei, in arrivo a febbraio.

[form_mailup5q lista=”mobilit√†”]

È SUCCESSO OGGI...