Roma allagata: bambini intrappolati a scuola

Oltre 50 gli interventi dei vigili del fuoco

0
336

Circa cinquanta gli interventi dei Vigili del Fuoco per il maltempo abbattutosi nelle ultime ore su Roma. Secondo quanto riferito, le maggiori criticità sono state registrate nel centro della Capitale, nell’area di piazza Lodi, in alcuni tratti della Tangenziale e nella zona di piazza Bologna. In particolare, a via Reggio Calabria è stato necessario l’intervento dei pompieri per aiutare alcuni bambini a uscire da una scuola elementare, a causa di allagamenti nell’area di ingresso della struttura. Eseguite operazioni anche su strade, esercizi commerciali, alberi e terrazzi condominiali.

LA NOTA DELLA PROTEZIONE CIVILE – “Di fronte al nubifragio di oggi pomeriggio, un evento improvviso e imprevisto, le strutture della Protezione Civile di Roma Capitale si sono mobilitate immediatamente per intervenire nelle situazioni più critiche, sia in appoggio ai Vigili del fuoco che in maniera autonoma”. È quanto afferma, in una nota, la protezione Civile di Roma Capitale.
“Alla sala operativa – prosegue la nota – sono giunte 15 richieste di interventi, relative ad allagamenti stradali e di attività commerciali prevalentemente nella zona Nord di Roma, per le quali sono state attivate 10 associazioni di volontariato con ausilio di idrovore, e 50 volontari coordinati da 10 operatori della Protezione Civile”.

POLEMICHE – «Marino e compagni non avevano promesso che non ci sarebbero state più strade allagate alla prima pioggia? Che Roma non si sarebbe più bloccata? Appunto: due gocce d’acqua, e la città è in ginocchio, il traffico inchiodato, molte strade già inondate. Altro che Giubileo o Olimpiadi: con questa amministrazione anche la normalità diventa emergenza».
Lo dichiara il consigliere capitolino Roberto Cantiani

“Oggi i romani hanno potuto, a loro spese, avere la consapevolezza dell’effettivo stato della città di Roma. La Capitale è in ginocchio con quattro gocce, tra strade allagate, traffico in tilt e chiusura di numerose arterie. E’ la rappresentazione più emblematica di una città non governata, senza alcuna attenzione alla quotidianità dei suoi abitanti, distratta da immigrati e profughi, continuamente ed esclusivamente impegnata a prendere le distanze capziosamente da Mafia Capitale e non ad occuparsi dei suoi cittadini. E’ l’ennesima dimostrazione di come le parole del Sindaco su interventi ordinari e strutturali tesi a migliorare il tenore di vita dei romani cadano puntualmente nel vuoto. E’ una città ferma, che rappresenta al meglio il lavoro di questa Giunta”, così in una nota Augusto Santori del comitato DifendiAMO ROMA.

È SUCCESSO OGGI...