La nuova pericolosa truffa sbarca a Roma: ti fanno il pieno con l’acqua

Tante le segnalazioni anche in provincia. Ecco come agiscono

0
897

Sono tante le segnalazioni arrivate. Ma l’ultimo caso è di un distributore sulla Cassia, a Roma.

LE DENUNCE – Le denunce, ormai partite da diversi giorni e da diverse zone della capitale, parlano di alcuni benzinai che invece di fare il pieno con la benzina lo fanno con l’acqua. Tante le segnalazioni anche in provincia.

L’ULTIMA SEGNALAZIONE – «L’altro giorno, subito dopo aver fatto il pieno, ho avuto problemi con l’auto. Faceva dei rumori strani e a un certo punto mi si è bloccata in mezzo alla strada. Solo dopo averla portata da un meccanico, mio amico, ho scoperto l’amara verità: nel serbatoio c’era acqua. La cosa più triste è che l’assicurazione non mi ha mai risposto, ho dovuto mettere l’avvocato. Possibile che cercano di rubarti in tutti i modi? In che Paese viviamo?». Questa la testimonianza di Chiara, ma tante altre parlano di danni molto più seri alle loro auto, con spese che superano i mille euro. Purtroppo non è l’ultima truffa in voga in questo periodo. Dopo quella dello specchietto con le sue innumerevoli varianti c’è quella del supermercato.

LA TRUFFA DEL SUPERMERCATO – In sostanza, una volta parcheggiata l’auto, vi si avvicina un ragazzino e vi chiede con sfrontatezza se avete raccolto da terra 10 euro che erano caduti dalla sua tasca. Se non ci cascate al primo colpo e rifiutate di “restituire” il denaro verrete seguiti (per non dire perseguitati) dallo stesso ragazzino e a quel punto da un adulto, che vi starà addosso con fare minaccioso. C’è chi per paura (pensate a un’anziana signora o a una ragazza che vanno a fare la spesa) sborsa i 10 euro senza fare troppe storie oppure con molta calma e sangue freddo l’unica cosa da fare è chiamare i carabinieri.

È SUCCESSO OGGI...