Vaccini ai bambini, altri casi sospetti

0
190

Prima l’apertura di un’indagine da parte della Procura di Trani contro ignoti per `lesioni colpose gravissime´ per un possibile collegamento tra vaccini e insorgenza di autismo. Oggi la notizia che le autorità  sanitarie portoghesi hanno deciso di sospendere la somministrazione del vaccino Infanrix Tetra a seguito di gravi reazioni avverse in tre bambini. Il caso dell’utilizzo dei vaccini è diventato un vero e proprio problema europeo.

SCONTRO TRA IL MINISTRO E CODACONS – «No agli allarmismi sulle vaccinazioni». È netta la posizione del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, dopo le polemiche suscitate dalla decisione della: «Le vaccinazioni, ricorda il ministro, salvano milioni di vite e bisogna attenersi alle evidenze scientifiche». Posizione non condivisa però dal Codacons, che ha chiesto il ritiro della vaccinazione esavalente per i bambini sostenendo che i vaccini non obbligatori «non vanno fatti perché potenzialmente pericolosi».

IL CASO PORTOGHESE – Giovedì scorso, la Infarmed portoghese ha ricevuto segnalazioni di tre casi di reazione avversa al vaccinoInfanrix Tetra, utilizzato per stimolare l’immunizzazione contro difterite, tetano, pertosse acellulare e poliomielite nei bambini di età compresa tra 16 mesi e 13 anni. I bambini avrebbero accusato dolori severi, con braccia molto gonfie a distanza di 48 ore dalla somministrazione del vaccino, inducendo la Infarmed a rilasciare un comunicato di sospensioneper ogni ulteriore somministrazione del vaccino Infanrix Tetra, lotto n. AC20B268AB, in scadenza al 31-07-2015. Infarmed ha aggiunto che la partita è stata ormai ritirata e sarà oggetto di analisi, ma ha invitato tutti i genitori, tutori e operatori sanitari, a segnalare qualsiasi effetto secondario che si verifica 2-3 giorni dopo la vaccinazione. In Italia, questa combinazione tetravalente contro difterite, tetano, pertosse acellulare [a 3 antigeni] e poliomielite, è conosciuta col nome commerciale di Polioinfanrix.