Ospedale di Colleferro, ginecologia e ostetricia a rischio

0
225
Ospedale Colleferro

“I lavori di ampliamento del nostro ospedale vanno avanti e termineranno entro l’anno”. Lo riferisce il sindaco Mario Cacciotti al termine dell’incontro, tenutosi questo pomeriggio a Tivoli, con il direttore generale della Asl RmG Giuseppe Caroli. Presente al colloquio anche la ditta incaricata dei lavori al “Parodi Delfino”, che ha assicurato la chiusura del cantiere entro la fine del 2014.

NESSUNA CHIUSURA – “L’ospedale di Colleferro non verrà mai chiuso – dice il sindaco Cacciotti, riferendo quanto appreso dal direttore generale – e i laboratori di analisi rimarranno al loro posto. A conferma che non c’è alcuna intenzione di smantellare l’ospedale, come si era ipotizzato, il dott. Caroli ha assicurato anche l’apertura della Rianimazione, che non tarderà finalmente ad essere attivata. Inoltre, ci sono buone novità pure per quanto riguarda il primo soccorso. L’Asl RmG, infatti, è in procinto di acquistare tre nuove ambulanze una delle quali sarà assegnata a Colleferro”.

L’INCONTRO – Nel corso dell’incontro odierno il manager dell’Asl ha ribadito la volontà di procedere alla realizzazione del progetto per l’eliporto, di cui è stata inviata richiesta alla Regione, ed ha appoggiato l’istanza di aumentare i posti letto necessari a dotare l’ospedale di un numero più adeguato per poter rispondere alle esigenze dell’utenza. “Per quanto riguarda il reparto di ginecologia e ostetricia – spiega il sindaco Cacciotti, che ha affrontato nuovamente la questione già a suo tempo portata all’attenzione della direzione di Tivoli – non è stata ancora presa una decisione in merito, che è di competenza regionale. Per tale motivo abbiamo concordato di andare insieme in Regione a perorare la causa del nostro ospedale, onde evitare lo spostamento di un servizio così importante per il territorio. I medici di questo reparto, così come il personale di tutta la struttura ospedaliera, sono fantastici e non vogliamo perderli. L’ho già detto e continuo a ripeterlo senza stancarmi, hanno professionalità e abnegazione tali da farci indicare come esempio di buona gestione in tutto il Lazio. Nonostante le carenze di organico, e quindi dovendo metterci ancora maggiore impegno personale, i nostri medici e il personale tutto si prodiga nell’assolvere il proprio impegno e non è raro vedere manifestazioni di pubblico ringraziamento da parte di qualche paziente che abbia dovuto ricorrere alle loro cure”. Il sindaco Cacciotti tornerà nuovamente ad incontrarsi con il direttore Caroli ai primi di maggio, per un aggiornamento.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU COLLEFERRO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”6″]