Inchiesta Stamina, 20 persone indagate

Associazione a delinquere e truffa. Durissime le accuse rivolte all'associazione di Davide Vannoni

0
115
Infermieri e operatori socio sanitari

Associazione a delinquere e truffa. Sono durissime le accuse con cui si chiude l’inchiesta della procura di Torino su Stamina e sul suo fondatore, il “guru” Davide Vannoni. Una cura (a base di cellule staminali del midollo) non solo inutile, ma anche dannosa secondo i magistrati: niente test sui preparati, nessuna pubblicazione scientifica, ne’ informazione ai pazienti sui potenziali rischi.

VENTI INDAGATI – Venti gli indagati: tra questi, oltre a Vannoni, il suo braccio destro Marino Andolina, Gianfranco Merizzi, amministratore delegato della Medestea Internazionale Spa, Erica Molino, biologa (non iscritta all’albo) con rapporto di lavoro con la Stamina Foundation, accusata di consegnare per le infusioni ai pazienti “materiale biologico di cui essa stessa ignorava la composizione finale”. Indagati anche i biologi russi e ucraini Klimenko Vyacheslav e Olena Scheghelska. Nell’inchiesta sono coinvolti tra gli altri anche un dirigente dell’Ires Piemonte, Marcello La Rosa; il medico Leonardo Scarzella, specialista in neurologia all’ospedale Valdese di Torino; la direttrice sanitaria degli Spedali Civili di Brescia Ermanna Derelli; il responsabile dell’ufficio ricerca e sperimentazione clinica dell’Aifa Carlo Tomino. Le accuse per Vannoni sono: associazione a delinquere finalizzata alla truffa, somministrazione di medicinali guasti in modo pericoloso per la salute, esercizio abusivo della professione medica.

LE ACCUSE – I pazienti sottoposti alle cure tra il 2007 e il 2009, secondo l’accusa avrebbero versato somme dai 30mila ai 50mila euro a Stamina Foundation Onlus, per la ricerca sulle staminali, nonostante l’assenza di riscontri. “Non sono stupita. Ora vedremo l’esito del processo. Questa e’ una vicenda che ha tenuto l’Italia con il fiato sospeso e me con molte preoccupazioni e ansie”, ha commentato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che ha specificato che il lavoro del Comitato scientifico nominato dal ministero per valutare il metodo Stamina proseguira’.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...

Roma, arrestato latitante con mandato di cattura internazionale

Importati risultati nelle ultime 24 ore dai militari dell’Esercito appartenenti al raggruppamento Lazio – Umbria – Abruzzo, a guida Brigata Sassari nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure, che operano congiuntamente alle Forze dell’Ordine. In particolare é...
Pd, Pd Roma, Orfini, Barca, Esposito, Marroni, primarie, partito, democratico

Il popolo Dem al voto per le primarie: incognita affluenza

Il popolo dem al voto oggi per le primarie del partito nella sfida a tre fra l'ex premier Renzi, il guardasigilli Orlando e il governatore della Puglia Emiliano. Si vota in 10 mila gazebo...

Gettati nel cassonetto: cuccioli di gatto salvati dalle forze dell’ordine

Il giorno 30 Aprile 2017 alle ore 10.00 circa, squadra del Comando di Roma è intervenuta nel Comune di Roma Via Riserva di Livia 8, per recuperare dei cuccioli di gatto che ignoti avevano...

Centocelle: arrestati fidanzati pusher

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro hanno arrestato un 33enne di Catania, senza occupazione e con precedenti, e una 29enne della provincia di Bari, senza occupazione, con l’accusa di detenzione...
alatri

Drogava bambino e lo costringeva a realizzare filmini hard: orrore a Pomezia

Una brutta storia di pedofilia che giunge finalmente a conclusione, almeno nelle aule di giustizia. E’ stato condannato a 22 anni di reclusione e 150mila euro di risarcimento il 41enne pedofilo che abusava del vicino...