Roma, ricoverato per una frattura muore: bufera sulla sanità

Gli viene diagnosticata una frattura alla spalla e muore per un'emorragia intestinale. Aperta un'inchiesta

0
202
regione, lazio, sanità, ospedali, turismo, sanitario, mobilità, passiva, nicola, zingaretti

Un’altra tegola sul sistema sanitario regionale. Un’altra morte. Questa volta sotto accusa sarebbe il Fatebenefratelli di Roma dove un uomo di 70 anni è morto dopo essere stato ricoverato per una frattura alla spalla.

LA RICOSTRUZIONE –  La vittima è un settantenne romano: Giuseppe Molinari. Secondo la ricostruzione del Messaggenro.it era entrato nel pronto soccorso del Fatebenefratelli all’Isola Tiberina la mattina del 9 gennaio per un forte dolore al braccio. Gli esami radiografici scopriranno una frattura alla spalla. Due giorni dopo, il paziente all’improvviso si aggrava e muore. I familiari, travolti dal dolore, puntano il dito contro l’ospedale formalizzando immediatamente una denuncia. Sul caso così è stato aperto subito un fascicolo da parte del sostituto procuratore di turno, Nadia Plastina.

L’AUTOPSIA – Pare che il paziente sia morto per una emorragia intestinale. Ora la procura, che procede per il reato di omicidio colposo ma senza indagati, intende accertare se quella morte poteva essere evitata.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...