Bracciano, endoscopia digestiva all’ospedale Padre Pio al via da oggi

Esami del tratto digerente superiore e inferiore con sedazione cosciente o con oppiacei

0
1083

Da oggi, 6 aprile, la Asl Roma 4 dà il via all’attività di endoscopia digestiva all’ospedale Padre Pio di Bracciano.

LE APPARECCHIATURE

La nuova sezione di endoscopia digestiva garantisce un ambiente confortevole all’utente, È dotata di apparecchiature nuove e tecnologicamente avanzate, come la colonna endoscopica Olympus Evis Exera III CV 190 e di endoscopi HD. Gli accessori endoscopici sono tutti monouso come da protocollo aziendale per la decontaminazione, sterilizzazione ed esecuzione delle procedure endoscopiche.

GLI ESAMI DI ENDOSCOPIA DIGESTIVA

Nella nuova struttura di endoscopia digestiva dell’ospedale di Bracciano verranno eseguiti esami endoscopici del tratto digerente superiore e inferiore. Saranno rivolti sia agli utenti ricoverati in ospedale, sia a chi farà la prenotazione attraverso il Cup regionale. Con le prestazioni che verranno svolte da questo ambulatorio verrà notevolmente potenziata l’attività dello screening del colon retto. Verranno coinvolti soprattutto i pazienti dei distretti F3 e F4. I pazienti saranno fatti accedere singolarmente alla sezione di endoscopia digestiva dall’ingresso principale localizzato al I° piano dell’ospedale.

LA SEDAZIONE

Per quanto riguarda la tipologia di sedazione, gli esami endoscopici verranno eseguiti in sedazione cosciente per quanto attiene le esofagogastroduodenoscopie. La sedazione con oppioidi riguarderà le Colonscopie diagnostiche, operative o di Screening del CCR.

LA SODDISFAZIONE DEL DG QUINTAVALLE

Il direttore generale della Asl Roma 4, dottor Giuseppe Quintavalle, si è detto molto soddisfatto dell’inizio attività dell’unità di endoscopia digestiva. Soprattutto in questo periodo che vede con l’avvio al superamento del piano di rientro, il recupero delle attività per gli ospedali. Professionalità e attenzione alla prevenzione saranno le parole d’ordine. Il lavoro sarà volto a migliorare la qualità assistenziale degli utenti del territorio dei distretti F3 e F4. La rinascita del territorio è un obiettivo chiave della buona sanità, che deve intervenire non solo nella cura, ma partire da un’efficace prevenzione. Con la partenza dell’attività di endoscopia digestiva si garantirà un’altissima qualità per lo screening del colon retto. Questo grazie all’utilizzo dei nuovi macchinari dalle avanzate tecnologie e di personale specializzato nelle moderne tecniche diagnostiche endoscopiche.

COSTI E FORMAZIONE

I costi sostenuti per i lavori di ristrutturazione della nuova unità di endoscopia digestiva ammontano a 54mila euro. Le spese sostenute per il rinnovo delle apparecchiature sanitarie e gli arredi è stato di 116mila euro. Parallelamente ai lavori di ristrutturazione del nuovo reparto, l’Azienda sanitaria Usl Roma 4 ha proceduto alla formazione del personale infermieristico per la gestione adeguata del reparto. La finalità è di garantire all’utenza competenza e professionalità da parte di tutto il personale sanitario.

È SUCCESSO OGGI...