Sanità, inaugurato reparto chirurgia all’ospedale di Subiaco

Zingaretti: mantenuta promessa di non chiudere l'Angelucci

0
227
Zingaretti: mantenuta promessa di non chiudere l'Angelucci di Subiaco

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha partecipato all’inaugurazione del reparto di Chirurgia e di Day sugery multidisciplinare dell’ospedale Angelucci di Subiaco, realizzato con un investimento della Regione di circa 800 mila euro. Il nuovo reparto, grazie a un ampliamento, dispone di 10 posti letto per la Chirurgia generale e d’urgenza e 10 per il Day surgery multidisciplinare. Quest’ultimo da un lato offre la possibilità di ampliare l’offerta di chirurgia nei diversi ambiti assistenziali di oculistica, chirurgia, ortopedia e otorinolaringoiatria, dall’altro consente un forte abbattimento delle liste d’attesa per una maggiore capacità di drenaggio di interventi minori, così da aumentare il turnover dei posti Chirurgia.

LA RIGENERAZIONE DELL’ANGELUCCI

All’inaugurazione ha partecipato anche Vitaliano De Salazar, direttore generale della Asl Rm5. “Io credo che la serietà dell’impegno rispetto al futuro di questo ospedale sia di tutta evidenza – ha detto – Abbiamo iniziato tempo fa. Abbiamo inaugurato la Lungodegenza, la Medicina, oggi la Chirurgia, con l’aggiunta di 10 posti letto e stiamo assumendo personale. Gli infermieri ce li abbiamo tutti, i medici stanno in via di definizione”. La ‘rigenerazione’ dell’ospedale, che era destinato a chiudere, ha portato in 4 anni investimenti che hanno permesso di ristrutturare e potenziare i servizi. Con 1 milione e 385 mila euro è stata effettuata la ristrutturazione del reparto di Medicina generale ed e’ stato realizzato il reparto di Lungodegenza. Altri 5,9 milioni sono stati investiti per favorire interventi di riqualificazione della struttura e per la viabilità esterna; 800 mila euro sono stati impegnati per la nuova Rems (che conta 40 posti letto con un reparto completamente riqualificato).

ZINGARETTI: MANTENUTA PROMESSA DI NON CHIUDERE OSPEDALE DI SUBIACO

“La ricostruzione del sistema sanitario nel Lazio ha anche dei simboli e l’Ospedale di Subiaco era un simbolo di questa distruzione, perché il decreto 80 insieme a Monterotondo e a Bracciano aveva deciso di chiuderlo. Noi avevamo promesso che non avrebbe mai chiuso”. Ha detto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, a margine dell’inaugurazione. “Questa è la terza inaugurazione con la chirurgia di in nuovo reparto e che dimostra che le cose possono cambiare in meglio. – ha aggiunto – Ridare ai cittadini l’ospedale di Subiaco nuovo, perché continueranno gli investimenti, è il segnale dell’innovazione che avevamo promesso e che ora stiamo realizzando. E anche per me è una bella possibilità di dire non bisogna perdere la speranza, quando si ascolta la volontà dei territori le cose cambiano in meglio. Non ci credeva nessuno e anche questa volta ce l’abbiamo fatta”, ha concluso. Al termine dell’inaugurazione Zingaretti ha avuto uno scambio di battute con un giornalista di un quotidiano, che lo incalzava in merito al piano di sviluppo dell’ospedale. Il presidente gli ha ricordato che l’ospedale doveva essere addirittura chiuso, rivendicando, quindi, il merito di averlo tenuto aperto.

È SUCCESSO OGGI...