Esplode bombola di gas: muore mamma. Grave la figlioletta

Al Gemelli tanti gesti di solidarietà per la piccola Noemi

0
215
incidente Pontina

Daniela Anselmi  sabato mattina era in casa con la figlioletta Noemi quando, per cause ancora da chiarire, c’è stata una potente deflagrazione. Si è trattato della bombola di ga. Madre e figlia sono state investite in pieno dalla fiammata che ha causato loro gravi ustioni su tutto il corpo. La donna è stata trasportata al policlinico Gemelli di Roma e la bambina al sant’Eugenio. Le condizioni della donna sono subito apparse disperate, tanto che è stata messa in coma farmacologico. Anche la bambina, ustionata al volto e alle braccia, è stata ricoverata in prognosi riservata.

LE INDAGINI – Ieri Daniela non ce l’ha fatta e oggi sarà eseguita l’autopsia come disposto dal gip. Intanto c’è un segno spontaneo d’amore da parte di ATIP Onlus (Amici della Terapia Intensiva Pediatrica del Policlinico Agostino Gemelli) e Salvamamme, prima della dimissione dal reparto, per la piccola Noemi, che ha perso la sua mamma. Un corredino per un anno e tutti gli oggetti necessari per la sua quotidianità saranno donati a papà Daniele, che, dopo averla assistita coraggiosamente e amorevolmente si prepara ad affrontare ogni giorno una nuova impegnativa realtà.
Questo gesto per fargli sentire tutta la partecipazione affettiva che lo circonda.
Le Associazioni ringraziano il Prof. Giorgio Conti e tutta l’equipe dei medici e degli infermieri del reparto di Terapia Intensiva Pediatrica del Policlico A. Gemelli, che si sono presi cura con grande professionalità e amore della piccola. Si ringrazia anche l’Ospedale, che favorisce il lavoro dei volontari, le cui iniziative di solidarietà hanno portato in questi anni tanto sostegno alle famiglie nel delicato periodo della malattia dei loro bambini.

È SUCCESSO OGGI...