Cerveteri, ricco programma di eventi per la Giornata Internazionale della Donna

A Sala Ruspoli lo spettacolo teatrale ‘Io ed Emma’. In Biblioteca Carlo Grechi presenta il calendario artistico del 2017. Se Non Ora Quando e Galleria InQuadro inaugurano la mostra ‘È nata Donna’

0
1800
cerveteri

In occasione della Giornata Internazionale della Donna l’Assessorato alle Politiche culturali del Comune di Cerveteri propone un ricco programma di appuntamenti culturali rivolti a tutta la cittadinanza.
Ben tre gli eventi, un mix tra arte, teatro e tradizione.
“Anche quest’anno – ha detto Francesca Pulcini, Assessora alle Politiche Culturali del Comune di Cerveteri – l’Amministrazione comunale di Cerveteri, vuole fare la sua parte per sensibilizzare la popolazione sul tema della violenza contro le Donne. Purtroppo i numeri delle Donne vittime di violenza, sono ancora drammaticamente alti. Insieme alle numerose associazioni del territorio è nato un bel dialogo su questo tema, e spesso abbiamo organizzato iniziative di sensibilizzazione su questo argomento. Invito tutta la Cittadinanza, uomini e donne, a partecipare alle iniziative in programma quest’anno”.
È nata donna – quando la differenza di genere genera disparità di diritti’, è il titolo della prima iniziativa di giornata, proposta da Se Non Ora Quando Cerveteri in collaborazione con la Galleria d’arte InQuadro. “Protagoniste” della mostra-evento, che sarà inaugurata mercoledì 8 marzo in Piazza Vicinatello 4, sono Stefania Spanò e Francesca De Lena, artiste e scrittrici professioniste. Appuntamento alle ore 17.30. La mostra rimarrà poi visitabile fino al 14 marzo. Ingresso gratuito.
In Biblioteca comunale, come ogni 8 marzo, verrà presentato il calendario del 2017 di un artista sempre molto apprezzato per le sue opere dedicate alle Donne: Carlo Grechi. Alle ore 18.00, Assessorato alla Cultura e Assessorato allo Sviluppo Sostenibile del Territorio propongono ‘8 marzo tra arte e cultura, ovvero 4 chiacchiere in libertà tra i libri’. Oltre alla presentazione del calendario di Grechi, verranno svolte alcune letture di brani dedicati alla figura della Donna. L’ingresso è gratuito.

A Sala Ruspoli atto conclusivo del ‘Progetto Donna’, organizzato dall’Associazione Margot Theatre. Alle ore 21.00 le attrici e gli attori dell’Associazione porteranno in scena lo spettacolo teatrale ‘Io ed Emma’, uno spettacolo che porta in scena il tema del femminicidio e che si fa forte del legame quasi fisico che il teatro è in grado di creare con il proprio pubblico per sensibilizzare la platea su questo tema sempre più attuale e scottante. Si consiglia la prenotazione. Per informazioni contattare il numero 338.13.48.673 o inviare una e-mail a infomargot.theatre@gmail.com. Ingresso con biglietto.

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...

Roma, truffava clienti con false polizze assicurative

Ex consulente finanziario truffava i clienti stipulando false polizze assicurative e intascando i soldi. I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno eseguito il sequestro di beni immobili, per un...

Il vento sta cambiando e spinge alla deriva i 5stelle

Parafrasando il video ormai virale dove si vede la Raggi che in campagna elettorale dichiarava giuliva “il vento sta cambiando” mentre Roma affoga sotto un recente normalissimo acquazzone,il vento sta cambiando questa volta per...

Movida e sicurezza, sanzionati 42 buttafuori a Roma

I carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno avviato un monitoraggio delle persone addette ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi,...
Sergio Pirozzi

Sergio Pirozzi ringrazia la Meloni ma critica le divisioni nel centro destra

Eccolo il Pirozzi Sergio sindaco di Amatrice e del ‘fare’ che si presenta ad Atreju, la festa dei giovani della Meloni. E qui, dice «vi mando un messaggio: io sto qui da sindaco di...

Le promesse (mancate) dei Grillini paralizzano la Salaria

Roma, 22 settembre, la mobilità è insolitamente paralizzata nl quadrante nord della città e non se capisce il motivo. La Via Salaria, solitamente congestionata, ha raggiunto livelli di paralisi totale. Ma stavolta non è semplice...