Roma, protesta degli autodemolitori in piazza

0
67

Circa una cinquantina tra dipendenti e proprietari degli autodemolitori romani sta manifestando in questo momento all’imbocco di via dei Fori Imperiali per protestare contro il piano di delocalizzazione degli sfasciacarrozze che, a loro dire, potrebbe portare alla chiusura delle attività. In piazza anche una decina di militanti di CasaPound con tanto di bandiere.
Qualche momento di tensione si è registrato pochi minuti fa quando un gruppo si è avvicinato al cordone di poliziotti e carabinieri a protezione della salita che porta al Campidoglio. Una delegazione è poi salita in aula Giulio Cesare.
“Noi – ha spiegato il responsabile romano di CasaPound, Davide Di Stefano – siamo al fianco degli autodemolitori da quando hanno iniziato questa battaglia contro l’amministrazione capitolina che non ha dato loro alcuna alternativa alla chiusura seguendo il percorso delle famose delocalizzazioni. La rabbia è tanta”.
Sul tavolo la proroga delle licenze in attesa delle delocalizzazioni e il piano di trasferimento vero e proprio con l’individuazione delle nuove aree che dovranno ospitare gli sfaciacarrozze romani. Il 17 è previsto un tavolo tra rappresentanti degli autodemolitori, Comune e Regione.

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...