Meteo Roma, nel week end primo assaggio d’inverno

0
97
Meteo Roma, nel week end arriva la pioggia

Oggi ancora tempo stabile sul Lazio e sulla capitale, ma nella giornata di domani assisteremo a un peggioramento delle condizioni meteo per via di correnti più umide e instabili occidentali che precederanno l’arrivo di un intenso vortice ciclonico atteso domenica 10 novembre, quando i fenomeni potranno risultare più intensi sulla regione, e si avrà inoltre un calo sensibile delle temperature.
Domani a Roma le condizioni meteorologiche saranno avverse in mattinata a causa del passaggio di una perturbazione, in particolare assisteremo a piogge deboli o molto deboli ma continue. Entro domenica arriveranno piogge e qualche temporale. Instabilità prevista soprattutto nel pomeriggio.

«Ore contate per l’alta pressione: prepariamoci a un weekend di maltempo con qualche punta di freddo, proprio nel periodo della cosiddetta estate di San Martino». ad annunciarlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: «Già oggi il tempo peggiorerà al Nord con nubi e qualche pioggia, resisterà il bel tempo al Centrosud, salvo maggiore nuvolosità sui versanti tirrenici. Sabato veloce perturbazione atlantica con piogge e rovesci al Nord, specie su Alpi, Prealpi, alta Valpadana, Levante Ligure; fenomeni sparsi anche sulle tirreniche dalla Toscana alla Calabria e sulla Sardegna; ultimi scampoli di sole invece per adriatiche e ioniche».

«Sarà domenica la giornata peggiore, con la formazione di un ciclone proprio sull’Italia – prosegue l’esperto -. Il vortice si formerà per l’arrivo di aria artica sul Mediterraneo centrale e attraverserà interamente la nostra penisola, con il suo carico di rovesci e temporali questa volta non solo al Nord, ma anche al Centrosud. Attenzione particolare a Nordest, regioni centrali, basso versante tirrenico e Isole Maggiori, dove potremo avere fenomeni anche molto forti, accompagnati da grandinate, mentre al Nordovest subentrerà un rapido miglioramento. Il tutto sarà seguito da un deciso calo delle temperature, con ritorno della neve sotto i 1500m sulle Alpi, ma anche sull’Appennino settentrionale».