Video porno vestiti da panda

0
743

Cento dollari versati alle associazioni ambientaliste per ogni videoporno caricato dagli utenti purche’ lo girino, e ‘interpretino’, vestiti da panda. E’ questa l’iniziativa – promozionale e di sostegno alle iniziative di conservazione – di Pornhub, uno dei piu’ noti siti di video per adulti. La singolare raccolta fondi e’ un’idea di Pornhub Cares, che il sito definisce “il nostro sforzo filantropico incentrato sulla promozione dei contributi di beneficenza di Pornhub nel suo complesso”. Negli Stati Uniti ieri si e’ celebrato il National panda day, e Pornhub ha chiamato a raccolta la sua comunita’ di gaudenti invitandoli a darsi da fare con del “panda style porn”. Per “dare una mano”, spieha il sito hot, “trovatevi un partner e infilatevi in un costume da panda, o realizzate delle body painting ispirate ai panda”. Una volta pronti, l’invito e’ a “fare del sesso panda style per la telecamera” e di caricare il video su Pornhub. I video, prosegue il portale porno, saranno disponibili nella categoria ‘Panda style’ (le altre categorie sono quelle canoniche del sesso professionale). “Per ogni video caricato come parte di questa campagna Pornhub donera’ 100 dollari a una associazione impegnata nella conservazione del panda gigante. Faremo anche una donazione di un centesimo di dollaro ogni volta che un video della categoria ‘Panda style’ verra’ visto nel periodo 16 marzo-16 aprile”.

 

 

L’associazione panda-porno puo’ sembrare bizzarra ma in realta’ lo e’ meno di quanto si possa immaginare: una delle ragioni del rischio estinzione per la specie deriva dal fatto che – soprattutto gli esemplari in cattivita’ – non sono molto ‘vivaci’ dal punto di vista riproduttivo, con scarse nascite. I panda giganti passano gran parte del tempo a mangiare e dormire, l’accoppiamento – che e’ possibile solo 2 o 3 giorni all’anno – non gli interessa molto. Quindi, in alcuni zoo sono state proiettati video a ‘luci rosse’ interpretati da veri panda, ripresi nell’accoppiamento, per invogliare i panda a ‘darsi da fare’. Ma “la carenza e la cattiva qualita’ di tali video pone un problema”, segnala Pornhub, che quindi chiama a raccolta i propri affezionati frequentatori a fornire materiale di migliore qualita’.

È SUCCESSO OGGI...