Ardea, commissario visita area archeologica Castrum Inui

0
296
Ardea, Giovanni Cucuzza

Il commissario straordinario del Comune di Ardea, Antonio Tedeschi, ha visitato questa mattina, accompagnato dall’archeologo Francesco Di Mario (responsabile del territorio per la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio), l’area archeologica di Castrum Inui. I carabinieri del nucleo di tutela del patrimonio artistico hanno installato una torre con telecamere a infrarossi per individuare gli eventuali tombaroli che possono entrare e danneggiare l’area. “E’ un patrimonio splendido della città – ha spiegato Tedeschi – Il lavoro dei carabinieri e della soprintendenza è importante per cercare di tutelare quel bene che è dell’intera umanità. In questi luoghi nasce il mito di Roma e in questo territorio c’è un pezzo del fondamento della cultura europea. C’è da andarne orgogliosi. E’ assurdo vedere come i tombaroli scavino e rompano alla ricerca di qualcosa che poi si trasforma, come è accaduto, in griglie di metallo messe dagli archeologi semplicemente perché, allarmati dai metal detector, si mettono a picconare senza alcun criterio. Poi, inoltre, ci sono i vandali: quelli che, per un piacere che non ha alcun senso, si mettono a rompere i lavori moderni fatti dalla Soprintendenza. Mi auguro che la futura amministrazione possa tutelare ancor di più questo bene meraviglioso che tocca aspetti storici, culturali, ambientali”.

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...